Friends  |  Press Room  |  Contact Us

The International School for Holocaust Studies

Il programma ICHEIC per l’educazione della Shoah in Europa


L’ International Commission on Holocaust Era Insurance Claims (ICHEIC) è stata stabilita nel 1998 per fornire fondi disponibili per scopi umanitari collegati con la Shoah. All’inizio del 2005 la Commissione ha approvato la proposta di un programma avanzata da Yad Vashem per promuovere l’insegnamento della Shoah in Europa. Allo scopo è stato fondato il Dipartimento Europeo della Scuola Internazionale per gli Studi della Shoah. Questo dipartimento sovraintende all’ ICHEIC Program for Holocaust Education in Europe, il cui scopo è quello di preservare la memoria della Shoah e trasmetterla alle nuove generazioni, combattere l’ espansione dell’ antisemitismo odierno, salvaguardare i diritti umani e prevenire razzismo e xenofobia.

Al fine di sviluppare programmi particolari per i vari paesi europei, Yad Vashem ha preso contatti in campo internazionale con varie istituzioni statali ed organizzazioni non-governative che promuovono lo studio della Shoah nei singoli paesi. L’ obiettivo principale della Scuola è quello di fornire strumenti storici, didattici e metodologici agli educatori europei spronandoli e facilitandoli nel compito di affrontare valenze e significati di questi avvenimenti che occupano un posto così importante nella storia mondiale.

Un lavoro di molti anni con insegnanti provenienti da ogni parte del mondo ha portato alla elaborazione di una filosofia didattica che prevede un approccio metodologico di insegnamento della Shoah che sia interdisciplinare ed appropriato alle diverse fasce d’età. E questo come conseguenza della comprensione di fondo che le questioni e le riflessioni che si pongono dopo la Shoah sono argomenti rilevanti per il mondo odierno. La filosofia didattica di Yad Vashem mette l’uomo al centro della storia: pone l’accento sulle vicende del singolo, sulle problematiche ed i dilemmi che si è trovato costretto a fronteggiare durante il periodo della Shoah. Non parliamo quindi in termini strettamenti numerici o statistici delle vittime, ma preferiamo studiare il loro aspetto personale ed umano, descrivendo la vita prima della guerra e mettendo in rilievo il mondo variegato nel quale vivevano prima di essere vittime della persecuzione, un mondo che, in molti casi, è stato totalmente cancellato.

Basandosi su questa filosofia la scuola di Yad Vashem produce, in collaborazione con i partners all’estero, materiali didattici in varie lingue per le diverse fasce d’età. Organizza inoltre seminari intensivi per educatori, che variano dai dieci giorni alle due settimane, specificatamente adattati alle necessità di ogni singolo paese, sempre in cooperazione con i partners. I seminari sono programmati in modo da fornire ai partecipanti sia la conoscenza storica che gli strumenti didattici per insegnare la Shoah, e sensibilizzarli a riconoscere forme di antisemitismo, di intolleranza e di xenofobia. In aggiunta alle lezioni frontali di carattere storico, fatte da esperti della materia, agli insegnanti vengono presentati materiali ed unità didattiche ideate a Yad Vashem per le diverse fasce d’età. I seminari comprendono inoltre incontri con sopravvissuti, escursioni in diverse parti d’Israele ed avvenimenti culturali.

Per ottimizzare i rapporti con i partecipanti ai seminari, esperti della Scuola organizzano follow-up della durata di qualche giorno nei vari paesi. I partecipanti ai nostri seminari formano al loro ritorno una rete di educatori esperti di didattica della Shoah che possono incontrarsi, studiare e lavorare insieme per promuovere progetti sulla Shoah nei propri paesi. Il sito internet facilita gli scambi fra i partecipanti. Questi scambi, insieme a conferenze tenute in Israele ed in Europa, rafforzano la competenza degli educatori sia come individui, sia come parte di una più vasta rete. Per incoraggiare gli scambi di idee e di esperienze fra docenti provenienti dalle varie parti d’Europa, dall’ autunno 2006 si tiene annualmente un seminario ad Auschwitz in collaborazione con il Museo locale, al quale parteciperanno per ogni paese due insegnanti, che hanno già partecipato ai nostri seminari in Israele.

Attualmente stiamo lavorando con i seguenti paesi: Austria, Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Liechtenstein, Lituania, Olanda, Norvegia, Polonia, Romania, Russia, Slovacchia, Svezia, Ucraina e Gran Bretagna.